Sarde a Beccafico

Togli la lisca alle sarde dopo averle spanciate con il dito, inserisci al centro della sarda il dito pollice tra la pancia e il filetto e sposta il dito verso la coda, staccando il filetto superiore, ripeti l’operazione staccando il filetto sotto la lisca, lasciando testa e coda attaccate alla lisca stessa, mentre i due filetti risulteranno uniti.

Togli la crosta a una pagnotta di pane siciliano. taglia a cubetti la mollica e in una ciotola aggiungi anche una bella manciata di pecorino grattugiato (siciliano o romano) inizia a bagnare con un poco di latte, poco alla volta. Lavora il pane con le mani e ogni tanto aggiungi poco latte se senti ancora grumi di pane tra le mani che non si sono imbevuti. Il composto deve risultare morbido ma non bagnato. Aggiungi abbondante prezzemolo, 1 spicchio di aglio tritato sottile, pepe abbondante.
assaggia il composto e correggi eventualmente di sale e di pecorino. Prepara delle piccole palline di composto di pane e puoi: avvolgerci attorno i filetti di sarda e chiuderli con uno stuzzicadenti; mettere il pane tra due coppie di filetti a panino, oppure mettere il ripieno tra i due filetti piegati a libro. Cospargi le sarde, disposte sulla teglia, con 2 foglie di alloro tritate grossolanamente e sale.
Passa infine la parte aperta delle sarde, quella con il ripieno a vista, nel pan grattato e ungi con olio Evo.
Accendi il forno a 180°C e lascia andare per 10 -15 minuti, quando le sarde hanno preso colore tira fuori dal forno e servi in tavola.