Pasta con le sarde

 

Sfiletta le sarde (leva le lische)
Metti a bollire la pasta, mentre bolle fai un soffritto di olio e aglio, puoi spegnere il calore dell’olio con il latte.
Quando il soffritto bolle stempera dentro la pasta di acciughe, poi aggiungi le sarde.
Gira le sarde cuocendole e rompendole.
Se hai il finocchietto mettilo a bollire tagliato a piccoli pezzi,con la pasta; se non hai il finocchietto aggiungi dopo le sarde una bustina di zafferano.
Aggiungi i pinoli e le uvette.
Scola la pasta molto al dente, tenendo da parte un pentolino di acqua di cottura, e finisci di cuocerla all’interno della salsa. Portala a cottura aiutandoti con l’acqua messa da parte.
Lontano dal fuoco manteca la pasta con un goccio di olio Evo.

Note:
potete sostituire le sarde con tonno in scatola, oppure con sgombro.
Al posto dello zafferano e del finocchietto potete aggiungere al latte un cucchiaio di concentrato di pomodoro e se volete anche del peperoncino.
Si usa il finocchietto in primavera/estate e lo zafferano in inverno, l’aroma anice e il colore giallo dello zafferano sostituiscono l’aroma l’anice e il colore giallo del finocchietto.