Pasta alla norma

ricetta pasta alla norma

Ricetta:

Taglia a cubetti le melanzane.
In una padella di ferro, porta in temperatura l’olio (180°C). Aggiungi una parte delle melanzane e friggi. Lascia andare mescolando di tanto in tanto.
Quando sono dorate, scola su di un piatto coperto di carta assorbente. Finisci di friggere tutte le melanzane.

Note:

Per sapere quando l’olio è in temperature (180°C) ci sono vari metodi, il più preciso è un termometro a sonda. Ci sono anche metodi empirici, se immergo uno stuzzicadenti, quando l’olio è a 180°C usciranno bollicine come il perlage di uno spumante. Attenzione perché dentro lo stuzzicadenti già utilizzato non c’è più vapore acqueo. Cambio lo stecchino ogni volta. Altrimenti non mi accorgerò di quando l’olio è in temperatura.
Non friggo le melanzane tutte in una volta, altrimenti soffoco il calore dell’olio. Ogni volta metto a cuocere solo uno strato che copra la superficie dell’olio, senza che le melanzane si sovrappongano.

ricetta pasta alla norma

Ricetta:

Prepara una salsa di pomodoro rosolata con olio evo e 2 spicchi d’aglio vestito schiacciato (vedi ricetta pp…) Scola la pasta al dente, mettendo lo scolapasta sopra la ciotola in cui condirai la pasta, per riscaldarla. Tieni da parte una tazza di acqua di cottura.
Condisci la pasta nella ciotola con pomodoro, melanzane e poca ricotta salata. Mescola veloce la pasta, con l’aiuto di un cucchiaio e di una forchetta, per farla mantecare. Unendo un goccio di acqua di cottura e un filo di olio evo.
Impiatta e copri di ricotta e un filo di olio.

Note:

Riscaldo la ciotola per darmi il tempo di mantecare la pasta . Se non riscaldo la ciotola, la pasta dopo averla mantecata potrà risultare fredda.
Al posto della ricotta salata, si potrà aggiungere della muddica, mollica di pane fatta rosolare a fiamma bassa in padella con olio, un aglio vestito schiacciato e sale.

In realtà pochi sanno che la Pasta alla norma si presta a molte variazioni possibili oltre alla muddìca, qui puoi trovare l’articolo che ne parla.