Grigliata: cosa significa e come farla

Grigliata può voler dire COSTATA e FIORENTINA.

La carne che DOVRAI CERCARE sarà ancora meglio se di SCOTTONA: femmina, sotto i 30 mesi e che non abbia mia partorito. Femmina perché è più difficile da pompare (per le femmine il gioco non vale la candela).

I TORI invece si gonfiano più delle delle vacche e non fanno vitelli, non producono latte e sono schiavi del testosterone.

Cosa NON DEVI cercare al supermercato: vitellone, quasi sicuramente toro!

NON DEVI cercare carni chiare e carni magre.

COSA DEVI CERCARE: carne di SCOTTONA, femmina insomma.

CARNI SCURE e GRASSE: le carni grasse con belle venature, ben marmorizzate, sono carni che hanno pascolato, che han messo su grasso poco alla volta… è grasso sano, mentre le carni magre, chiare, sono carni di animali sempre fermi e anemici.

Le cose importanti  per cucinare a questo punto:

La brace deve essere VELATA di cenere, così non brucia la carne, ma a questo punto però avrai poco più di 30 minuti per cucinare…

Metti la carne e aspetta che il sangue comincia ad affiorare.

Una volta messa la carne sulla griglia, girala e aspetta che affiori ancora.

Sposta la carne su di un angolo della griglia senza brace sotto, ovvero spostala un po’ e lasciala riposare per 15 minuti: la carne al sangue diventa carne rosa.

La carne che riposa è più succosa e morbida!

SCALOPPA la costata e servi condita con olio aromatizzato con aglio e rosmarino, quindi sala e gusta!