Sushi-Maki – Uromaki

Metti il wasabi in polvere in una ciotolina e diluisci con un goccio di acqua, fino ad ottenere una pasta densa. Fai sempre a tempo ad aggiugnere altra acqua non il contrario.

Metti il tappetino di bambù sul tavolo.

Metti sopra l’alga nori con il lato liscio verso il basso.

Inumidisci le mani con un poco d’acqua e poi stendi un sottile strato di riso sull’alga.

Copri di riso circa metà della superficie dell’alga lasciando un dito di alga scoperto in basso e il resto sopra.

Prendi con un dito una punta di wasabi e strofina il riso per tutta la larghezza.

Metti il pieno che preferisci, salmone, salmone e avocado, tonno, cetriolo, gamberetti e maionese…

Con la mano destra porta la base del tappetino a superare il pieno che hai appena messo.

Con la mano sinistra stringi al centro il cilindro che hai appena creato con il tappetino.

La mano destra farà scorrere la parte superiore del tappetino, così che il rotolino si arrotoli, mentre la mano sinistra continuerà a serrare il tappetino stringendo.

Quando avrai finito di girare il rotolino sarà pronto.

Taglia il maki prima a metà e poi ciascuna metà in tre. Avvicina i tre rotolini e disponi su di un piatto.

Accompagna i maki con salsa di soia e zenzero sott’aceto.

Per preparare gli uro-maki, rivesti di pellicola trasparente un tappetino di bambù. Dopo esserti inumidito le mani stendi uno strato di riso rettangolare sul tappetino ricoperto (più o meno delle dimensioni di un’alga nori).

Prendi una punta di wasabi e distendi sul riso.

Metti al centro del riso 1/2 alga nori e disponi dentro il pieno.

Arrotola delicatamente l’uro-maki e quando è pronto copri con un poco di sesamo nero.

Taglia gli uro-maki come i maki precedenti.

Note:

mi inumidisco le mani per far si che il riso non si appiccichi e riesca a lavorarlo meglio. Non le inumidisco troppo altrimenti bagno troppo il riso e di conseguenza l’alga diventa gommosa e rugosa.

Preparo i miei maki, uno per volta, lo taglio lo assaggio e poi ne prepraro un altro. Una volta pronto un maki è meglio mangiarlo, se si aspetta diventa gommoso.