Spiedini di pollo marinati salsa teriyaki

spiedini pollo marinati salsa teriyaki

Ricetta:

taglia per la lunghezza a fette di 1/2 cm di spessore il petto di pollo, quindi taglia a strscioline così da avere dei bastoncini di 0,5 cm x 0,5 cm.

Prepara in una ciotola la marinata, aggiungi la soia, il sale e lo zucchero, quindi aggiungi il pollo e mescola con le mani. Aggiungi anche la paprika e il curry in polvere e mescola.

Aggiungi anche aglio e peperoncino fresco tritati grossolanamente e lascia marinare per 20-30 minuti, o anche per tutta la notte (in frigorifero).

Scola le striscioline di pollo e infila a zigo zago su degli spiedini corti.

 

Note:

Dopo aver preparato la marinata di base (soia, sale, zucchero) posso connotarla come voglio, in questo caso con paprika e curry, ma in alternativa anche scorza di limone, zenzero, pepe, pepe di sechuan… tutte le spezie o gli odori che più vi piacciono a seconda di quello che volete ottenere…
Scorze di arancio e alloro tritato per esempio è un’ottima marinata per spiedini di maiale.
Oppure cumino aglio e peperoncino (simile all’harissa) per spiedini di agnello…

Oltre al pollo potete preparare spiedini marinati in salsa teriyaki anche di maiale (arista), agnello (coscia), fegatini di pollo, uova di quaglia, gamberi, seppie e calamari…

Ricetta:

tieni da parte la marinata della salsa Teriyaki, per la preparazione successiva o per marinare altra carne.

Fai riscaldare una padella di ferro pesante (diametro 25 cm, spessore 3 mm) o in alternativa una padella di alluminio antiaderente e aggiungi l’olio di girasole, l’olio deve essere caldo, ma non caldissimo, deve sfrigolare moderatamente.

Aggiungi gli spiedini e lascia cuocere per non più di 2 minuti.
Sala e gira gli spiedini. Lascia cuocere per altri 2 minuti e metti nel piatto di portata.

Copri con prezzemolo e menta tritati grossolanamente.

Note:

se siamo in due a mangiare e progetto gli spiedini come aperitivo, preferisco cuocere gli piedini a 2 a 2, e mangiarli di volta in volta. È più lento ma molto conviviale, accompagnando con un poco di vino bianco morbido e non profumato, l’attesa tra uno spiedino e l’altro…

Ogni 2 o 3 cotture, scolo via l’olio che è ancora utilizzabile perché non sarà andato oltre i 180°C e do una pulita alla padella sotto l’acqua corrente, altrimenti l’accumulo di zucchero attaccato sul fondo tenderà a bruciare. Poi rimetto l’olio e inizio nuovamente a cuocere.

Finale alternativo spiedini

ricetta:

se vuoi rendere ancora più intensi gli spiedini, quando cuoci gli ultimi, dopo averli coperti di prezzemolo e menta, fai restringere per 30 secondi di marinata nella padella e poi copri gli spiedini con il ristretto di marinata.

nota:

la salsa di soia caramellata è un gusto tipico sia della cucina cinese che della cucina giapponese. Dà un sapore molto intenso e caratteristico.