Marmellata di Mirtilli e Lamponi

cuoci la frutta e scola i liquidi

CUOCI LA FRUTTA E SCOLA I LIQUIDI

Metti in pentola i frutti di bosco, il succo di limone e 2 cucchiai di zucchero. Porta a bollore e quando i frutti cominceranno a sfarsi interrompi la cottura.

Scola i frutti cotti e tieni separati la polpa dal liquido rifatto.

Note:

In questa ricetta separo la cottura della frutta, dall’evaporazione della sua acqua. L’acqua rifatta in cottura dalla frutta evapora indipendentemente dalla cottura della frutta. Quando l’acqua è evaporata aggiungo nuovamente la frutta cotta, che in questa maniera resta al dente.

restringi l'acqua con lo zucchero

RESTRINGI L’ACQUA CON LO ZUCCHERO

Pesa altrettanto zucchero alla polpa di frutta rimasta.

Metti lo zucchero e l’acqua scolata in pentola. Lascia cuocere finché lo zucchero non comincia a fare bolle grosse e l’acqua non è evaporata.

Aggiungi la polpa allo zucchero e al primo bollore, spegni il fuoco e metti nei vasetti.

Dopo aver chiuso, una volta raffreddata, riponi la marmellata in frigorifero.

Note:

Calibro lo zucchero in funzione della polpa di frutta rimasta dalla cottura al netto dell’acqua. Utilizzo quindi meno zucchero rispetto le ricette classiche in cui il peso dello zucchero è pari a quello della frutta a crudo e non utilizzo pectine per addensare.

La stessa ricetta può essere utilizzata con la maggior parte della frutta. Portata la frutta a cottura con poco zucchero, scolo l’acqua rifatta e la asciugo in cottura con lo zucchero. Quando lo zucchero fa bolle grosse riaggiungo la polpa cotta al dente. Al primo bollore spengo e metto nei vasetti.

Non essendo cotte così a lungo, è meglio conservare questa tipologia di marmellate fresche in frigorifero.