Corso di cucina

Tutti i corsi

Cucina Siciliana

giugno 7, 2017 / 19.30
€ 55
pasta con le sarde

Nella lezione CUCINA SICILIANA …pasta con le sarde e sarde a beccafico, caponata, crema di ricotta, insalata di arance finocchio e olive nere, pasta con il cavolfiore arriminato.

La Sicilia rimane una terra di confine, dai sapori rinascimentali, arabi e mediterranei. Finocchietto, sarde, uvette, pinoli, melanzane, cozze ripiene, ricotta ovina. Ingredienti semplici ma dai sapori sfacciatamente buoni, sempre in equilibrio tra forza ed eleganza. Una delle cucina più antiche del mondo per voi al laboratorioCingoli.

Le ricette che affronteremo durante la lezione di cucina siciliana:

inizieremo la lezione mettendo a maturare ricotta ovina e zucchero, per preparare la salsa per i cannoli alla siciliana, che con il tempo perderà in sensazione zuccherina.

Impareremo a pulire il pesce e in particolare eviscereremo e sfiletteremo a libro le sarde.

Poi prepareremo sia le sarde a beccafico al forno sia le più semplici cotolette di sarde fritte.

Per le sarde a beccafico, prepareremo un ripieno a base di mollica di pane bagnato nel latte, prezzemolo, aglio e pecorino piccante, con cui faremo una polpetta di ripieno tra due filetti di sarde, come una specie di sandwich. In Sicilia l’accostamento tra formaggio di pecora e pesce viene utilizzato spesso. Le sarde così preparate vengono messe poi in teglia, spolverate di pan grattato e alloro e messe i forno per pochi minuti.

Invece, per le cotolette, le sarde vengono impanate con l’uovo e pan grattate e fritte.

Invece per la preparazione della caponata di melanzane:

mentre friggeremo le melanzane a dadoni, faremo andare in pentola un abbondante soffritto di sedano tagliato e prepareremo delle olive verdi denocciolate.

Finito di friggere le melanzane e dopo averle scolate, le uniremo al sedano, con un goccio di pomodoro concentrato. Uniremo aceto e zucchero e lascieremo andare per ancora un poco giusto il tempo che si amalgamino. All’ultimo uniremo olive, uvette e pinoli e se si vuole mollica di pane.

Per la pasta con le sarde:

bolliremo il finocchietto e su di un soffritto di aglio lasceremo sfare le sarde mescolando id continuo, prestando attenzione a che il pesce non rosoli.

In alcune ricette si aggiunge anche 1/2 bicchiere di latte. Alle sarde aggiungeremo, il finocchietto bollito, le uvette i pinoli e (facoltativo) dello zafferano. In ultimo ripasseremo i bucatini in queta pasta molto ricca.

Impareremo anche la più semplice tra le insalate, arance finocchi e olive nere:

finocchi a fettine, arance a fette, aglio e olive nere al forno.

Infine l’ultima pasta con i cavolfiori arriminati.

Mentre cuociamo la pasta con il cavolfiore bianco, prepariamo una salsa di olio, aglio, peperoncino e pomodoro, in cui andremo a ripassare la pasta al dente. Arriminare sta appunto per mescolare il cavolfiore che si sfà.